Progetto ed. Religiosa

Come scoprire la bontà, la tenerezza, l’amore di Dio e della persone nel quotidiano?
Attraverso il progetto educativo per l’insegnamento dell’educazione cattolica, nel quale ogni aspetto dell’educazione e dell’esperienza scolastica permette al bambino di sperimentare valori di amicizia, di condivisione e di aiuto reciproco scoprendosi “DONO RICCO DI DONI”
IL nostro percorso sarà quello di accompagnare i bambini attraverso i campi d’esperienza e raggiungere traguardi di competenza e di sviluppo; vivendo, in prima persona anche noi adulti ed educatori, atteggiamenti, gesti e valori cristiani.
Il progetto si distribuirà da settembre a maggio toccando attraverso il calendario le diverse ricorrenze religiose.


Tema portante: TEMPO d’AMICIZIA


A come ACCOGLIENZA:
è bello sentirsi accolti, è bello stare bene nel nuovo ambiente tra tanti amici vecchi e nuovi.

M come MONDO:
un mondo da scoprire con le meraviglie del creato.

I come INSIEME:
oggi manca il senso, lo stupore e la gioia della festa…insieme si può!

C come CHIESA:
la nostra scuola d’ispirazione cattolica fa parte della parrocchia San Giuseppe; la chiesa è la casa di Gesù, comunità di fratello.

I come IMMAGINI:
attraverso la lettura d’immagini scopro la vita di Gesù e dei Santi, Maria mamma di Gesù, San Giuseppe papà di Gesù (la sacra famiglia); conosco una figura speciale: Papa Francesco.

Z come ZATTERA:
c’è sempre una scialuppa di salvataggio su cui aggrapparsi quando si è in difficoltà per non sentirci soli.

I come IMPARO:
la scuola educa al rispetto e all’integrazione di culture e tradizioni religiose differenti.

A come ALLELUJA:
Natale il grande dono, facciamo festa a Gesù che nasce. Le campane risuonano a festa è Pasqua è risorto Gesù, il Salvatore del mondo.

La conduzione didattica prevede l’utilizzo di strumenti:

  • ascolto, animazione della lettura e comprensione del testo
  • verbalizzazione, riflessione e intuizione del messaggio recepito
  • attività grafico pittorica, ludico espressiva con utilizzo di cartelloni
  • ascolto di cd musicali
  • ascolto e visione anche attraverso dvd di brevi passi tratti dal Vangelo e dalla Bibbia
  • memorizzazione di canti e preghiere
  • espressioni attraverso il dialogo, il disegno, la drammatizzazione, l’espressione teatrale e la danza
  • lettura d’immagini

E come nell’appuntamento del 12 settembre (per chi di voi era presente) vogliamo trasmettervi questo messaggio: quello di un Dio che ama ciascuno di noi, dipinge i colori della vita e noi in un grande girotondo di amicizia ci sentiamo tutti fratelli.

Traguardi nei campi d’esperienza:

Il sé e l’altro: scopre nei racconti del Vangelo la persona e l’insegnamento di Gesù , da cui apprende che Dio è padre di tutti e che la chiesa è la comunità di uomini e3 donne unita nel suo nome per sviluppare un positivo senso di sé e sperimentare relazioni serene con gli altri, anche appartenenti a differenti tradizioni culturali e religiose.
Il corpo e il movimento: riconosce nei segni del corpo l’esperienza religiosa propria e altrui per cominciare a manifestare, la propria interiorità, le emozioni, l’immaginazione.
Linguaggi, creatività, espressione: riconosce alcuni linguaggi simbolici e figurativi caratteristici delle tradizioni e della vita dei cristiani (segni, feste, preghiere, canti, gestualità, spazi, arte) per poter esprimere con creatività il proprio vissuto religioso.
I discorsi e le parole: impara alcuni termini del linguaggio cristiano ascoltando semplici racconti biblici e brani di Vangelo, ne sa narrare i contenuti riutilizzando i linguaggi appresi.
La conoscenza del mondo: osserva con meraviglia ed esplora con curiosità il mondo, dono di Dio creatore, per sviluppare sentimenti di responsabilità nei confronti della realtà, abitandola con fiducia, speranza e rispetto!!!